8 città in rovina che rimangono un mistero

Il mondo è pieno di città in rovina, ma alcuni di loro sono storia così misterioso, lei è incredibile. Spesso non sappiamo chi li ha costruiti, e come questo potrebbe creare in passato. Vi consigliamo di leggere circa le otto città.

1. Çatalhöyük, Turchia

8 città in rovina che rimangono un mistero

Nei 7500-zioni a n. e. questa città in Mesopotamia (attuale Turchia), abitata da migliaia di persone. Gli storici ritengono che Çatalhöyük è uno dei primi insediamenti umani di tipo urbano, ma la cultura delle persone che abitavano, non piace tutto ciò a cui siamo abituati.

Prima di tutto, la città è costruita in forma di nido d'ape, dove le case sono separate da pareti e porte sono fatte nel tetto. La gente camminava queste strade, tetti, e di entrare in salotto, giù per le scale. Le aperture delle porte erano spesso contrassegnati con le corna di toro e membri della famiglia deceduti furono sepolti nel piano di ogni casa.

Quello che è successo alle persone che hanno vissuto in questa città e la sua cultura, è sconosciuto. Il loro stile architettonico sembra essere stato unico nel suo genere, anche se gli archeologi hanno trovato molte statue della dea della fertilità, come gli oggetti di culto, come si trovano in altre città della regione. Quindi è molto probabile che, quando la città fu abbandonata, la sua cultura si riflette tra le altre popolazioni della regione mesopotamica.

2. Palenque Messico

8 città in rovina che rimangono un mistero

Palenque - uno dei più grandi esistenti Maya città-stato. Possiamo dire che la città simboleggia il mistero di tutta la loro civiltà prima che i Maya ha dominato per gran parte della moderna Messico, Guatemala, Belize e Honduras, e poi scomparve. Anche se i discendenti dei Maya prosperano ancora in Messico e America Centrale, nessuno può dire esattamente perché i Maya abbandonarono la grande città e, infine, li abbandonato intorno al 1400. Il periodo d'oro di Palenque è venuto nel periodo classico della civiltà Maya, a circa 700-1100 anni n Tide. e. Come in molte città Maya di Palenque erano templi, palazzi e mercati. Tuttavia, a Palenque è sede di alcune delle sculture più dettagliate e iscrizioni lasciate dalla civiltà Maya, da cui è possibile ottenere informazioni sulla storia di questo popolo: battaglie, i governanti, e la vita quotidiana. Teoria del perché questa città e molte altre città maya furono abbandonate, includono la guerra, la fame e il cambiamento climatico.

3. Cahokia USA

8 città in rovina che rimangono un mistero

Situato sul lato opposto del fiume Mississippi di fronte alla moderna città di St. Louis, Cahokia per centinaia di anni è stata la più grande città del Nord America. I suoi abitanti costruirono enormi edifici di terra, e alcuni di essi possono essere visitati ancora oggi, così come una vasta area, che è servita, a quanto pare, come i mercati e luoghi di incontro. Ci sono prove che i suoi abitanti hanno usato tecniche di coltivazione molto sofisticate e un paio di volte l'anno reindirizzato affluenti del Mississippi per l'irrigazione.

Come nel caso del popolo Maya di Cahokia periodo d'oro è venuto nel quartiere famoso 600-1400-zioni. e. Nessuno sa perché la città è stata abbandonata dai suoi abitanti, così come il modo in cui nella regione in tempi antichi poteva vivere così tante persone - per centinaia di anni la popolazione della città era meno di 40 mila persone.

4. Derinkuyu Turchia

8 città in rovina che rimangono un mistero

Derinkuyu - una città sotterranea enorme, che esisteva in epoca precoce di Bisanzio. La data di fondazione è sconosciuta, ma alcune fonti ritengono che questo è accaduto nel aC VII secolo. e. Ma la città reale è cresciuto tra 500-1000 N-zioni. e:. in questo tempo ci sono stati cinque livelli sotterranei, dove vivevano 20 mila persone, insieme con il bestiame, e c'erano cucine, chiese e cantine. Gli abitanti del posto hanno scavato tunnel e stanze sotto le loro case nella sabbia soffice di roccia vulcanica nella regione centrale turca della Cappadocia. Nel Medioevo fiorì intera civiltà sotterranea. Città potrebbe servire da modello per qualsiasi futura comunità che cerca di sopravvivere dopo l'apocalisse.

Per secoli, le persone sono fuggite per la zona per trovare un rifugio sicuro da anti-cristiani romani, banditi, e più tardi da anti-cristiani musulmani. Gli ingressi possono essere chiusi pietra massiccia, e il flusso d'aria miniera ventilazione forniti in profondità. Alla fine, anche loro sono stati scavati lunghe gallerie per comunicare con altri Derinkuyu città sotterranee della regione. Ad un certo punto dopo il X secolo, la città fu abbandonata, e nel 1969 ha aperto al pubblico.

5. Pompei, Italia

8 città in rovina che rimangono un mistero

V'è un ampio record storico che testimonia a favore della città romana di Pompei è stata sepolta sotto uno strato di roccia dopo la catastrofica eruzione del Vesuvio nel 79 ° anno, n. e. E 'noto che la città è stata parzialmente distrutta da un terremoto di qualche anno prima che l'eruzione del vulcano, e che molti degli edifici più imponenti al momento dell'eruzione sono stati cancellati dalla faccia della terra. Sappiamo anche che il Vesuvio ha cominciato a fumare, ed è stata la causa del terremoto pochi giorni prima dell'eruzione fatale. Allora, qual è il segreto?

In che Pompei perfettamente conservato fino al più piccolo dettaglio - in realtà, sono gli stessi che erano nel 79 ° anno. Alcuni dettagli sono completamente estraneo all'uomo moderno, tra cui statue decorative di peni, strane murales, arte incomprensibile e condizioni di vita che sono radicalmente diversa dalla vita di ogni città moderna. E 'una cosa di leggere la storia di Roma antica, e un'altra - a camminare per le strade della città romana, non è cambiata dal momento che il periodo di massimo splendore dell'impero. I misteri della vita di tutti i giorni sono spesso molto più interessanti misteri della morte di civiltà.

6. Machupicchu, Perù

8 città in rovina che rimangono un mistero

Sulla dell'Impero Inca non è noto tanto: hanno abitato il territorio della moderna Perù, Cile, Ecuador, Bolivia e Argentina per centinaia di anni prima dell'invasione degli spagnoli distrutto quasi tutte le città e le registrazioni delle biblioteche szhogshih (Inca erano annali tramite nodi su funi).

Anche se sappiamo molto su Inca tecnologia, l'architettura e lo sviluppo dell'agricoltura - Machu Picchu contiene prove dell'esistenza di tutto questo - non possiamo ancora leggere ciò che resta della tappezzeria che contiene relazioni scritte. E noi non capiamo come hanno governato un vasto impero, che non era un mercato unico.

Che il diritto - a Machu Picchu e in altre città Inca sono i mercati di loro sono molto diversi dalla maggior parte delle altre città costruite solo intorno al mercato e la piazza pubblica. In quanto tale una civiltà forte potrebbe esistere senza economia di mercato? Forse un giorno sapremo la risposta.

7. TONIS, l'Egitto,

8 città in rovina che rimangono un mistero

L'VIII secolo aC. e. Questa città leggendaria era la porta in Egitto - una città portuale ricca di monumenti incredibili, ricchi mercanti e costruzioni gigantesche. Ora lui è in fondo del Mar Mediterraneo. Tonis declino è iniziato con l'emergere di Alessandria nel 300 aC-s. e., ma alla fine, il calo è stato letteralmente così come la città inghiottita dal mare, un tempo era stata la fonte della sua ricchezza. Nessuno sa come sia successo, ma nel VIII secolo aC. e. la città non c'era più - forse era una vittima del terremoto.

8. Grande Zimbabwe, Zimbabwe

8 città in rovina che rimangono un mistero

Uno dei più grandi misteri della parte meridionale dell'Africa è un enorme, città murata conosciuta oggi come il Great Zimbabwe. La città è stata sede di ben 30 mila persone, il periodo d'oro del suo arrivo sul distretto famoso 1200-1450-zioni. e, quando era il cuore del commercio internazionale nella regione -. Anche i locali negoziati con l'India e la Cina. La ricchezza scorreva alla città da paesi lontani, ma anche la città fiorì a spese del oro estratto nelle miniere locali, ed enormi mandrie di bovini. Tuttavia, consapevole della città non è tutto - non è chiaro fino a che punto l'influenza della città e più impegnati la gente del posto, ma è ovvio che la città era tecnologicamente avanzata. BBC descrive il monumento meglio conservato della città nel modo seguente:

"Great Zimbabwe monumento eretto in granito, che è la roccia madre della regione, in altre parole, la specie predominante a livello locale. Durante la costruzione del metodo di miscelazione della pietra a secco che richiede grande abilità e una certa preparazione tecnologica. muro di cinta Monumento alta circa 20 metri. All'interno v'è una serie di passaggi concentrici e nicchie - uno di loro è la nicchia reale. All'interno dell'edificio battaglia cerimoniale assi e ornamenti d'oro sono stati trovati. "

Come è successo con molte città dell'epoca, per il fiorire del Great Zimbabwe seguito il misterioso declino. La fame ha causato il numero forse eccessivo di bestiame nel terreno circostante, potrebbe contribuire alla sua estinzione. E 'anche possibile che le principali rotte commerciali cambiati. Se sapessimo di più sulle attività della città e dei suoi partner commerciali, potremmo saperne di più sulle ragioni della sua caduta.