Il più potente esplosione nucleare, girato sulla fotocamera

• le più potenti esplosioni nucleari fotografati sulla fotocamera

Se mai ci fosse un'immagine di bellezza, costituiscono crudele, forza, portando un danno inimmaginabile, o la capacità di una persona di distruggere la natura, il fungo di un'esplosione nucleare è il meno preciso nella sua presentazione. bombe nucleari, sin dal suo inizio nel 1940 sotto gli auspici del Progetto Manhattan è diventato un simbolo del mondo moderno.

Oggi, il sesto di gennaio, la Corea del Nord ha annunciato la sperimentazione di successo di una bomba all'idrogeno. Così abbiamo deciso di ricordare le più potenti esplosioni nucleari del pianeta, e girato sulla macchina fotografica.

Il più potente esplosione nucleare, girato sulla fotocamera

Operation Ivy Mike

Il più potente esplosione nucleare, girato sulla fotocamera

primo test di successo del mondo di una bomba termonucleare è stato condotto USA 1 novembre, 1952. La potenza stimata dell'esplosione era equivalente a 10-12 megatoni di TNT, che ha superato la potenza esplosiva della bomba sganciata su Nagasaki, 500 volte.

Il più potente esplosione nucleare, girato sulla fotocamera

La nube dall'esplosione salito a 37 km, mentre il diametro del fungo era di 160 chilometri.

Il test è stato girato dagli operatori della US Air Force.

Castello Operazione Romeo

Il più potente esplosione nucleare, girato sulla fotocamera

Il funzionamento Castello Romeo è descritta come la terza esplosione più potente prodotta dagli Stati Uniti - 11 megatoni di TNT.

Il più potente esplosione nucleare, girato sulla fotocamera

Il dispositivo è stato fatto esplodere 27 marzo 1954 su una chiatta ormeggiata al centro del cratere, che è rimasto dopo l'ultimo test nucleare, Castle Bravo. Questo è il primo test, che ha deciso di tenere una chiatta, in quanto si è riscontrato che l'esplosione potrebbe distruggere l'isola artificiale sulla scogliera, Atollo Bikini, dove sono stati eseguiti i test.

Operazione Castello Yankee

Il più potente esplosione nucleare, girato sulla fotocamera

La prova è stata effettuata solo un mese dopo il Castello Romeo 5 MAGGIO 1954 e di nuovo il Bikini Atoll. è stata prevista la potenza dell'esplosione, doveva essere 6-10 megatoni, ma il tuffo nel 13, 5 megatoni di TNT. Ed è diventato la seconda esplosione nucleare più potente prodotta dagli Stati Uniti.

2 minuti dopo l'altitudine esplosione fungo atomico era di 12 chilometri e 10 minuti più tardi - tutto è di 40 chilometri. Il diametro del "tappo" - 16 chilometri.

Operazione Castle Bravo

Il più potente esplosione nucleare, girato sulla fotocamera

L'esplosione di una bomba nucleare 1 MARZO 1954 presso il test Castle Bravo è l'esplosione più potente prodotta dagli Stati Uniti fino ad oggi. La resa stimata dell'esplosione - 15 megatoni di TNT, che è superiore a 1 200 volte l'esplosione della bomba sganciata su Hiroshima. Tuttavia, i test hanno portato a una forte contaminazione radioattiva che ha causato il mondo intero a riconsiderare il loro parere sulle armi nucleari.

Il più potente esplosione nucleare, girato sulla fotocamera

Una nube dall'esplosione rapidamente salito a grandi altezze - un minuto ha raggiunto il segno di 15 chilometri in 8 minuti superato i 40 chilometri. Il diametro del "tappo" era di 100 chilometri. La larghezza del cratere a sinistra dopo l'esplosione, è stato di 2 km e una profondità di 75 metri.

Il re-bomba

Il più potente esplosione nucleare, girato sulla fotocamera

La bomba più potente nella storia del genere umano è stato creato in URSS e soffiato a 30 ottobre, 1961. l'energia dell'esplosione è stata di circa 55 megatoni di TNT, che è 10 volte più potente l'esplosione di tutte le bombe della seconda guerra mondiale, tra cui sganciata su Hiroshima e Nagasaki.

Il più potente esplosione nucleare, girato sulla fotocamera

La bomba fu sganciata da un aereo Tu-95B ed è esplosa ad un'altitudine di 4200 m sul livello del mare.

Il raggio della palla di fuoco dall'esplosione raggiunto circa 4, 5 chilometri. L'altezza del fungo era 64 km, larghezza - 40 km, e l'emissione di luce potrebbe provocare ustioni di terzo grado ad una distanza di 100 km.