Adulti ricordano i loro incontri con i pedofili nell'infanzia

Gli utenti di Facebook e instagrama lanciato un nuovo flash mob, che non è esattamente chiamare divertimento. Ci sono gli adulti condividere i loro ricordi d'infanzia dei pedofili, che segna li hashtag # davayneskazhemmame.

Leggi questo terribilmente sgradevole, a volte disgustoso, ma tutto è accaduto e continua ad accadere nella nostra società. Ciò significa che il problema non può tacere.

Adulti ricordano i loro incontri con i pedofili nell'infanzia

di ricerca comunitaria partito "Liza Alert" ha lanciato un flash mob # davayneskazhemmame progettato per attirare l'attenzione del pubblico al problema della sicurezza dei loro figli e di comunicare con gli sconosciuti.

"Per illustrare la portata di questo disastro e per attirare l'attenzione degli adulti al fatto che essi sono costantemente a caccia per i bambini, vi chiediamo di condividere le loro storie e mettere l'hashtag # davayneskazhemmame", - ha detto membri dell'ordine.

Sulla sua pagina di Facebook circa il flashmob informato e attivista Grigory Sergeev, aggiungendo alla sua storia post di una delle vittime del pedofilo fallito. Egli ha esortato chiunque abbia mai affrontato con questi mostri, ricordi di azioni, per mettere in guardia i genitori dell'incubo corrente.

Si è scoperto che il problema è familiare a molti - decine di persone in poco tempo hanno risposto al flash mob per raccontare la loro storia terribile.

"Mi è stato poi cinque anni, e forse anche meno. Stavamo andando con la nonna in un posto dove non mi ricordo, ma mia nonna mi vestirsi con il vestito più bello e rilasciato su una panchina vicino all'ingresso (abbiamo sempre vissuto al primo piano, ed era nella natura delle cose, qui e così facilmente per liberare il bambino) .

Mentre mia nonna stava andando, sono stato avvicinato da uno zio, un estraneo, e ha cominciato ad offrire caramelle, Morozhenko, vedere il cucciolo. Ma ho risposto con fermezza: "No". Si rese conto che io non sono andato con lui proprio così, mi prese sotto il braccio e portata. Ho resistito, poi cominciò a piangere, e quando lui mi ha portato verso l'ingresso, ho cominciato a urlare. Si tolse le mutandine e si sedette culo nudo sulla tromba delle scale. Ho continuato a piangere, e lui - a sbottonarsi i pantaloni. E qualcuno nel corridoio ha deciso di vedere cosa stava succedendo sulle scale, e cliccato, scricchiolava la serratura della porta. L'uomo si controllò, messo sui pantaloni e corse. Un vicino di casa è venuto al sito, e sono cresciuto più audace e cominciò a gridare lui qualcosa di brutto dopo.

Grazie a Dio, grazie vicino, che in realtà ho salvato. Ma ricordo questo episodio finora! Ricordo come mia madre ha pianto con mia nonna, io mi ricordo di aver portato dal dottore, mi ricordo di camminare per l'identificazione, e non ho riconosciuto nessuno, perché erano tutti uguali - in un cappello e occhiali. Mi ricordo, e ho paura per i miei figli. E capisco, se un criminale vuole fare - farà "!

Secondo le statistiche, il 20% dei crimini contro i bambini da 1 a 5 anni di età sono di natura sessuale. Tra i bambini dai 6 ai 10 anni che sono vittime di reati, ogni secondo è sottoposto alla violenza; e 2/3 dei bambini tra i 11 e 14 le vittime di reato, di fronte a pedofili.

E le statistiche mostrano che il numero di pedofili è in crescita. Ma molto probabilmente, sta aumentando solo il numero di denunce di genitori in applicazione della legge - sta dando frutti sensibilizzazione del pubblico.

"Avevo cinque anni, quando il mio amico entrò nel cortile e abbiamo scavato un po 'nonno:". Le ragazze, andiamo verso l'ingresso, ti darò i soldi, e si tengono i dossi " Mi sentivo impotente e rimasto inorridito da questa situazione, rimase inchiodato sul posto. Un amico era più vivace e preparato: "Non andare, questo è mostrerà una figa." Ha afferrato la mia mano e corse. Si rabbrividisce a pensare che cosa sarebbe successo se in questa situazione, ero solo. Un adulto che non ha detto nulla. " La sua storia raccontata e chi l'indossa instagrama Marina, i cui genitori sono andati alla polizia dopo la storia di un pedofilo. Ma il procedimento penale sono stati negati - perché l'uomo non ha avuto il tempo di danneggiare la ragazza. Il cantiere è stato nel 1991.

Ed ecco la storia:

"Avevo 7 anni, abbiamo fatto una passeggiata nel parco vicino alla casa, io e la mia due-peer amico. Da bambino ero sempre amicizia con i ragazzi e sembrava un ragazzo, ho amato di scavalcare le recinzioni.

Nella piccola città non avevano paura di lasciare che i bambini vagano, e mi è piaciuto, ovunque siamo saliti ... Una giornata tipica, un parco normale, siamo stati avvicinati da un uomo, mi ha chiesto dove vivo, ho mostrato l'altro lato. semi offerti - abbiamo rinunciato, non ci piace la sua presenza, e abbiamo deciso di salire fino alla ruota panoramica, lontano da lui.

I ragazzi si sono arrampicati, ed è stato il mio turno, mi sono arrampicato su altezza della spalla di quest'uomo, e lui mi ha afferrato, gettato sopra la spalla e corsi. Questa volta, mi ricordo bene: corre, ho colpito sulla testa, probabilmente non stampabile giuramento, in esecuzione dopo di me due dei miei altri zio mi trasportano verso casa mia (ho anche indicato che vivo in dall'altra parte).

Lungo il parco è stato allungato cavo - inciampa, mi gocce, sto cadendo, quasi un'avventura, ma ancora una volta mi ha afferrato per la gamba e trascinato nella foresta già. Ci siamo stati con un uomo ha incontrato due donne che hanno deciso di tagliare la strada al panificio di fronte al parco. Essi sono, infatti, mi ha salvato. Poi ha preso a casa da sua nonna. Si è scoperto che una delle donne era di acquisto del latte da mia nonna. Avevo paura che mi volare, mi ricordo. Ma tale non è volato. Da quel giorno in poi è stato vietato di lasciare il cantiere e potrei andare solo un modo per nonna. Non capivo cosa sarebbe potuto succedere, e la punizione sembrava troppo dura.

Poi ho sempre portato un grosso chiodo, in modo che la prossima volta non ha battuto il pugno e unghie. "

Responsabile del Laboratorio di Centro sessuologia medica. Serbo Vvedenskii George ritiene che fino al 40% degli uomini sono inclini alla pedofilia. Naturalmente, non tutti sono pedofili, ma le statistiche sono spaventose.

Adulti ricordano i loro incontri con i pedofili nell'infanzia

"E 'stato il mare. Sono 13, era oltre 50. Lui continuava a guardarmi, non come guardare i bambini. E poi lui è venuto e ha cominciato ad abbracciarmi. Ero disgustato - ha bevuto e fumato e puzzava di esso. Ma in quel momento era sobrio.

Io non ho paura. E ha detto qualcosa in un orecchio: "Probabilmente, qui per voi la gente troppo". Io non attribuiscono importanza a questo, ma l'altro giorno sono andato in bagno a tarda notte, poco prima di andare a letto (era la ricreazione poco costoso, e il bagno era un generale, in periferia, in ombra).

Mi ha seguito e quando sono uscito, afferrò e salì a baciare. Come potrei terribile e disgustoso. Io non urlo. Ricordo di aver pensato che se il papa o la moglie vedranno, saranno sgridarmi, ho pensato che io stesso arrampicato ad esso.

Non potevo scappare da essa - mi ha abbracciato, baciato e toccato ovunque egli potrebbe raggiungere. I schivare, ma non riuscivo a liberarmi. Mi lamentai e ha chiesto di lasciarmi andare. "Ti ho paura, eh?" - "Sì" - ho detto. E ha detto mi ha lasciato andare, ma se gli ho detto ora mi scrivere il mio numero su un pezzo di carta e lui mi avrebbe chiamata. Ho scritto che ha lasciato alle spalle. Ma una nota trovato dalla moglie, e mi è stato fortemente criticato per il fatto che ho aderisce al adulti sposati uomini. La verità, non ho detto, il pensiero, che io non ci credevo, io sono un bambino ... "

Sembra che la questione dei bambini e pedofili è infinitamente lontano da noi, ma è molto vicino. Solo nel mese di luglio, i volontari "Liza Alert" per due volte hanno partecipato alla ricerca di bambini morti dalle mani di tiranni, - un bambino di cinque anni da Serpukhov, e nove anni ragazza della regione di Belgorod.

Purtroppo, dal momento che l'infanzia di coloro che hanno preso parte al flashmob, pedofili non sono andato via. Ma se non fate niente può essere, è possibile fare i bambini informare e spiegare loro come comportarsi in queste situazioni. E i bambini possono essere insegnato a dire "no", perché sono spesso paura di rifiutare un pedofili adulti e senza vergogna usarlo.