I più antichi popoli della Russia

I più antichi popoli della Russia

200 popoli che vivono in Russia. La storia di alcuni di loro via nella lontana millennio aC. Abbiamo scoperto quali sono i popoli indigeni della Russia la più antica, e da cui hanno avuto origine.

Slavyane

I più antichi popoli della Russia

Ci sono molte ipotesi sull'origine degli Slavi - li riguarda le tribù scite dall'Asia centrale, qualcuno di arie misteriose qualcuno per il popolo tedesco. Quindi, idee diverse su l'età del gruppo etnico, che ha reso "per solidità" per aggiungere un qualche millennio in più.

La prima, che ha cercato di determinare l'età del popolo slavo, era un monaco Nestore, sulla base della tradizione biblica, ha iniziato la storia degli Slavi con Babel, l'umanità divisa in 72 persone: "Dal SIH 70 e 2 Lingua byst yazyk slovenesk ...".

In termini di archeologia, la prima cultura, che può essere chiamato slava era cosiddette sepolture cultura podkloshovyh, chiamati dalla consuetudine coprono i resti cremati dei grandi vasi, in polacchi "fondo", cioè "a testa in giù". Ha avuto origine tra la Vistola e il Dnieper nel V secolo aC. In una certa misura, si può supporre che i suoi rappresentanti sono stati gli antichi slavi.

baschiri

I più antichi popoli della Russia

Urali meridionali e steppe adiacenti - una zona dove c'era una Bashkir ethnos, fin dai tempi antichi stato un importante centro di interazione culturale. la diversità archeologica della regione mette ricercatori in un vicolo cieco, e scrive la questione dell'origine delle persone nella lunga lista di "misteri della storia."

Oggi, ci sono tre versioni principali della origine del popolo baschiro. I più "arcaici" - afferma indo-iraniani che l'elemento principale nella formazione del gruppo etnico erano tribù Saka-sarmate indo-iraniani Massaget Dakho-prima età del Ferro (III-IV secolo aC), un luogo che è diventato insediamento Urali meridionali. Secondo un'altra versione del ugrofinnica, baschiri sono "fratelli" ormai Ungheria dal insieme scesero dalla tribù dei magiari e Enea (in Ungheria - EHO). Questo è supportato dalla leggenda ungherese, registrata nel XIII secolo, il percorso dei Magiari dall'Est in Pannonia (l'attuale Ungheria), che hanno fatto al fine di prendere possesso dell'eredità di Attila. Sulla base delle fonti medievali, in cui gli autori arabi e dell'Asia centrale equiparano le baschiri e turchi, alcuni storici ritengono che queste persone sono correlate.

Secondo lo storico G. Kuzeev, tribù drevnebashkirskie (Burzyan, Usergan, Bailar, surash e altri) sono stati allocati sulla base delle prime comunità turche medievali nel VII secolo aC e poi mescolati con le tribù ugro-finniche e gruppi tribali di origine Sarmati. Nel XIII secolo nella storica Bashkortostan kypchakizirovannye invasa da tribù nomadi, che formavano la forma delle baschiri moderni.

In questa versione dell'origine del popolo baschiro non sono limitati. Affascinato dalla filologia e archeologia, attivista sociale Salavat Gallyamov, avanzato l'ipotesi che gli antenati dei baschiri una volta venivano da Mesopotamia e attraverso il Turkmenistan ha raggiunto gli Urali del Sud. Tuttavia, nella comunità scientifica credere questa versione del "favola".

Il Maris Cheremis o

I più antichi popoli della Russia

La storia ugro-Mari comincia all'inizio del primo millennio aC insieme per formare una Volga-Kame cosiddetta Ananyino cultura archeologica (VIII-II secolo aC. E.).

Alcuni storici li identificano con un Thyssagetae semi-leggendario - antico popolo, che, secondo Erodoto, vivevano vicino la terra scita. Di loro in seguito sono stati assegnati Mari Russell sulla riva destra del Volga e le bocche di miele Sura Tsivil.

Nel Medioevo erano in stretta collaborazione dal gotico, le tribù Khazar e Bulgaria del Volga. Con Mari Russia sono state fuse nel 1552, dopo la conquista di Kazan Khanate.

I Sami

I più antichi popoli della Russia

Gli antenati del popolo del nord Sami - cultura Komsa, è venuto a nord al periodo neolitico, quando queste terre liberate dal ghiacciaio. Razza Sami, il cui nome si traduce come il "terreno" molto le loro radici ai portatori di cultura antica e il Volga dofinskomu popolazione Caucasoid. Il secondo, noto nel mondo scientifico come una cultura compensate ceramiche, abitate nel II-I mille. Ampio territorio aC dalla regione centrale del Volga a nord della Fennoscandia, tra cui Carelia.

Secondo lo storico I. Manyukhin, mescolandosi con la Regione tribù Volga, hanno formato drevnesaamskuyu comunità storica di tre culture correlati: pozdnekargopolskoy in Belozerye, Kargopol e Sud-Est Carelia, luukonsaari - in Finlandia orientale e occidentale Carelia, kelmo e "artico" nel nord Carelia, Finlandia, Svezia, Norvegia e la penisola di Kola.

Allo stesso tempo, v'è una lingua sami e si sviluppa l'aspetto fisico delle cascate (denominazione russa del Sami), che è inerente a questi popoli, e oggi - vita bassa, gli occhi azzurri a livello di set e capelli biondi.

Probabilmente la prima menzione scritta del Sami si riferisce all'anno 325 aC e trova nell'antico storico greco Pitea parla di alcune persone "Fenny" (finoi). Successivamente, su di loro come Tacito scrisse nel I secolo dC, descrive le persone feniani selvatici che vivono nella zona del lago Ladoga. Oggi i Sami vivono in Russia nella regione di Murmansk nello stato della popolazione indigena.

popoli Daghestan

I più antichi popoli della Russia

Sul territorio del Daghestan, dove trovano i resti di insediamenti umani risalenti fino al 6 ° millennio aC, molte persone possono vantarsi delle sue antiche origini. Ciò vale in particolare per le popolazioni kavkasionsky tipo - Dargin, Laks. Secondo lo storico V. Alexeev, gruppo kavkasionsky formata nello stesso territorio che occupa, ed è ora basato sulla più antica della popolazione locale della tarda Età della Pietra.

Vainakhs

I più antichi popoli della Russia

I popoli Vainakh, ai quali sono ceceni ( "nokhchi") e ingusci ( "Ghilgal"), così come i molti popoli del Daghestan, sono tra i più antichi kavkasionsky tipi antropologici nelle parole di un altro professore antropologa sovietica. Debetz, "la maggior parte di tutti i Caucasica Caucasica." Le loro radici devono essere ricercate nella cultura archeologica Kura-Araxes, che vivono sul territorio del Caucaso del Nord in IV all'inizio del III millennio aC, così come nella cultura Maikop, si stabilirono nello stesso periodo, ai piedi del Caucaso del Nord.

Menzioni su Vainakhs nelle fonti scritte per la prima volta in Strabone, che nella sua "Geografia" cita alcuni "Gargar" vivere nelle piccole colline e le pianure del Caucaso Centrale.

Nel Medioevo la formazione dei popoli Vainakh fortemente influenzato dallo stato di Alanya ai piedi del Caucaso del Nord che sono morti nel XIII secolo sotto gli zoccoli della cavalleria mongola.

Yukaghirs

I più antichi popoli della Russia

I piccoli popoli siberiani Yukaghirs ( "persone mezloty" o "persone lontane") può essere chiamato il più antico in Russia. Secondo lo storico A. Okladnikova questa etnia si è distinto nell'età della pietra, circa nel VII millennio aC, nella parte orientale del Yenisei.

Gli antropologi ritengono che queste persone sono geneticamente isolate dai suoi vicini - Tunguso, è il più antico strato della popolazione indigena della polari Siberia. La loro prova arcaico e persistono matrimonio matrilocale personalizzato, dopo il matrimonio quando il marito risiede nel territorio di sua moglie.

Fino al XIX secolo, numerose tribù Yukagirs (Alai, anaoul, kogime, Lavrentsov e altri) occupano un vasto territorio dal fiume Lena alla foce del fiume Anadyr. Nel XIX secolo, i loro numeri iniziano a diminuire in modo significativo a seguito di epidemie e guerre civili. Parte delle tribù è stata assimilata dalla jacuti, Evens, e russo. Secondo il censimento del 2002, il numero di Yukagirs è sceso a 1509 persone